GO WITH THE FLOW

Essere surfiste significa essere sole.
Che questa solitudine sia qualcosa da combattere non ne sono poi così sicura.

Tempo fa temevo le sessioni di surf solitarie.
Forse per la paura del giudizio o forse per gli esterni condizionamenti che mi portavano a pensare che stare sola in mezzo alle onde non fosse qualcosa di sicuro.

O di concesso, se vogliamo.

Ritrovarmi poi l’unica donna su metri e metri di line up era di certo qualcosa che mi faceva sentire fuori dalla mia confort zone.

La solitudine è qualcosa di tanto spaventoso quanto gratificante.

Solo poco tempo fa capii quanto fosse impagabile caricare nove piedi di tavola sul tetto della macchina ed imbarcarmi per una trentina di kilometri con la sola compagnia dei Beach Boys ad alto volume.


Certo prima o poi arriva il momento in cui pensi di aver bisogno di qualcuno.

Specialmente quando non puoi chiedere a nessuno di aiutarti ad infilare la testa nella muta di una taglia più piccola.

Ma anche qui, niente di impensabile.

E poi l’acqua, acqua di novembre che quasi sembra più fredda di quella di gennaio.

Dopo qualche scivolata la consapevolezza è lì che ti guarda giudicante.

Ed è allora che capisci che la solitudine non esiste, o che almeno essa non può esistere in mare.


Sei nel flusso e il flusso è in te.
Questo è il momento più alto di connessione con la mia vera essenza.

Il Tao Te Ching vede il bene supremo come l’acqua, che avvantaggia tutta la creazione senza cercare di competere con essa.


Nella maggior parte delle nostre vite nuotiamo controcorrente senza neanche rendercene conto.
La nostra mente crede che possa e debba controllare l’ambiente, al fine di sopravvivere, il che è un po’ egocentrico se solo pensiamo che la stragrande maggioranza dei processi all’interno e all’esterno di noi stessi non sono sotto il nostro controllo.

Così come non lo è la forza del mare e delle onde.

Sperimentare questo stato di flusso significa dimenticare i risultati, la pressione, le ansie per il futuro, il fallimento del passato, la solitudine.
Sei completamente nel presente e l’unico modo per farlo è lasciar andare e lasciar andare significa smettere di nuotare contro corrente, smettere di aggrapparsi a possibilità recondite.
Significa lasciare andare il passato, lasciare andare il futuro, concentrarsi interamente su questo momento e viverlo senza esitazione.

close

Iscriviti alla newsletter per tutti gli aggiornamenti!

I accept the Privacy Policy*


Comments

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate